Landini Carlo Alessandro

Landini Carlo Alessandro

Carlo Alessandro Landini (1954)

ha studiato il Pianoforte e la Composizione a Milano e a Parigi (con Ivo Malec e Olivier Messiaen). Ha poi frequentato i corsi all’Accademia Chigiana di Siena con Franco Donatoni, ad Aix-en-Provence con György Ligeti e Iannis Xenakis e a Grožnjan con Witold Lutosławski. Nel 1981 il Ministero dell’Educazione degli USA gli assegna il prestigioso Fulbright Award. Molti i concorsi nazionali e internazionali vinti: dal «Valentino Bucchi» di Roma (1985) all’ «Ennio Porrino» di Cagliari (1994), Landini è il solo compositore premiato in due edizioni consecutive del Concorso «K. Serocki» (Varsavia, 2002 e 2004). Fellow dell’Italian Academy di New York (2002) e Research Scientist della Columbia University di New York (2003), Landini ha insegnato alla University of California, alla Eastman School of Music in Rochester, alla State University of New York in Buffalo, alla MHS Trossingen (Germania) e alla Hamu di Praga (Repubblica Ceca) nel 2012. È stato Visiting Professor per la Composizione presso la University of Maryland, Baltimore (2006). Nel 2008 il suo Le retour d’Astrée per violino e pianoforte ha conseguito il Primo Premio (unico italiano da sempre) al rinomato Concorso Internazionale «W. Lutosławski» (Varsavia). Nel 2011 Landini è stato nominato membro onorario dell’Accademia Musicale Ellenica (Atene). Nel 2013 ha rappresentato l’Italia al Festival dell’ISCM di Vienna-Bratislava. Landini è anche saggista, occupandosi attivamente di ricerca nel campo della psicologia e del rapporto fra musica, tempo e la percezione di entrambi (Mozart, Ferraro, Ivrea 1998; Lo sguardo assente, Franco Angeli, Milano 2009; Musica, gusto, educazione al Bello musicale in età postmoderna, Arcipelago, Milano 2010; L’orecchio di Proteo, LIM, Lucca 2018).

Visualizzazione del risultato