Andrea Molino
Torino 1964


 

Compositore e direttore d’orchestra, è nato a Torino e ha studiato a Torino, Milano, Venezia, Parigi e Friburgo. Vive tra Zurigo e Venezia.
Con la Pocket Opera Company di Norimberga, della quale è Direttore Musicale dal 1996, ha realizzato tra l’altro Unreported inbound Palermo di Alessandro Melchiorre, sul tema della tragedia di Ustica, in coproduzione con il Teatro Comunale di Bologna, dove è stata presentata nel 1998. Nel 2000 ha diretto la prima mondiale della versione scenica di Surrogate Cities di Heiner Goebbels. I sui progetti, The Smiling Carcass (1999), sul tema della pubblicità e Those Who Speak in A Faint Voice (2001), sul tema della pena di morte, (entrambe in collaborazione con Oliviero Toscani), sono gli esempi più recenti del suo impegno, anche come compositore, per un teatro musicale innovativo e multimediale. Il progetto sul tema della pena di morte è stato presentato a Basilea e Norimberga dal Phoenix Ensemble Basel, ed a Milano e New York dal Klangforum Wien, come parte di un progetto sostenuto dalla UE.
Dal settembre 2000 è direttore artistico di Fabrica Musica, il dipartimento di musica di Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione. In quest’ambito, oltre a curare collaborazioni con alcuni dei più prestigiosi musicisti della scena internazionale (tra gli altri Heiner Goebbels, David Moss, Koichi Makigami, Phil Minton, Michael Nyman), ha realizzato una serie di ambiziosi progetti multimediali, come Voices, con David Moss e con materiale video inedito di Godfrey Reggio (RomaEuropa Festival 2000), e Drops On A Hot Stone, in collaborazione con United Nations Volunteers e presentato in Campidoglio a Roma nel dicembre 2001, dopo un’anteprima a Berlino. Il suo ultimo progetto con Fabrica, Credo, sul tema dei conflitti etnici e religiosi, ha debuttato nell’aprile 2004 allo Staatstheater Karslruhe ed è stato quindi presentato in prima italiana alla Stazione Termini di Roma, con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, in occasione del Summit Mondiale dei Premi Nobel per la Pace; nel luglio 2005 ha inaugurato il Queensland Music Festival, a Brisbane, Australia.
Come direttore d’orchestra ha di recente inaugurato l’edizione 2005 della Biennale Musica di Venezia, dirigendo al teatro La Fenice l’orchestra del teatro, con l’opera di Heiner Goebbels Surrogate Cities. Dopo il debutto al Festival di Edimburgo nel 2002, e alla Konzerthaus di Vienna, ha inaugurato il Queensland Music Festival 2003, a Brisbane, con The Queensland Orchestra. Ha diretto l’Orchestra del Maggio Fiorentino, i Bochumer Symphoniker, la Badische Staatskapelle Karlsruhe, la Norddeutsche Philharmonie, il Klangforum Wien, l’Orchestra della Svizzera Italiana, esibendosi tra l’altro al Teatro Comunale di Bologna, al Teatro dell’Opera di Roma, allo Staatstheater Darmstadt, al Teatro S.Carlos di Lisbona, al Teatro Massimo di Palermo, al Teatro Regio di Torino, al Teatro Lirico di Spoleto, al RomaEuropa Festival, alla Biennale di Zagabria, al Musik der Jahrhunderte Festival a Stoccarda e al Meistersingerfestival a Norimberga.
Dal 1992 incide regolarmente come compositore e direttore con l’etichetta Stradivarius di Milano. I suoi concerti e le sue registrazioni sono stati trasmessi, tra l’altro, da BBC, RAI, WDR e BR (Gemania), Radio France, RTBF (Belgio), RTSR e RTSI (Svizzera).

 
 
 
 
Nuova Stradivarius Edizioni Musicali s.r.l