Gianni Nazzareno Francia
Sulmona 1964

 

Gianni Nazzareno Francia ha iniziato gli studi musicali al Conservatorio di Musica dell'Aquila e vi si è diplomato in Pianoforte nel 1985 con il massimo dei voti e la lode. Dopo aver studiato con Tito Aprea, ha partecipato agli Incontri Internazionali "Musica Riva" a Riva del Garda nel 1988 e nel 1989 ed ha conseguito nel 1992 il Diploma di Perfezionamento presso l'Accademia Musicale Pescarese sotto la guida di Bruno Mezzena.

Diplomato in Composizione nel 1990 sempre presso il Conservatorio di Musica dell'Aquila, dove ha frequentato le classi di Alessandro Sbordoni e Matteo D'Amico, ha studiato successivamente con Giacomo Manzoni e Franco Donatoni. Nel 1997, inoltre, ha conseguito, presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, il Diploma del corso di Perfezionamento di Composizione tenuto da Azio Corghi.

Le sue composizioni sono state eseguite in importanti manifestazioni in Italia, quali tra l'altro il X Congresso Mondiale del Sassofono a Pesaro nel 1992 ("Diade" per sassofono e pianoforte), il Convegno e Rassegna Nazionale Giovani Compositori a L'Aquila nel 1996 ("D'un lieve fremito" per trio d'archi), "Fiatifestival '96" a Riva del Garda ("Mudi" per quartetto di sassofoni), la Rassegna "Varianti" a Pescara nel 1997 ("Sonetto" per clarinetto solo), "Progetto Musica '97 - Extra   Musica" a Roma ("Suite" per clavicembalo e "Due Ballate" per voce femminile ed ensemble), "Traiettorie Sonore" a Como nel 1998 ("Sovrapposizioni" per pianoforte a quattro mani), "Incontri europei con la musica - XX" a Bergamo nel 2001 ("Novantotto" per voce e tre strumenti), la Stagione Musicale "Fondazione Concerti Niccolò Piccinni" a Bari ("Divertissement" per sassofono e pianoforte), il   "Festival Spazio Musica" a Cagliari e "Musica in Irpinia" ad Avellino nel 2003 ("Moto Virtuale" per ensemble), il "Festival di Nuova Consonanza" a Roma nel 2004 ("Con ugual misura" per flauto, oboe e clarinetto), la Rassegna "Finestre sul Novecento" a Treviso nel 2005 ("Dipartita" per trio d'archi), oltre che essere state eseguite anche negli Stati Uniti, Spagna, Giappone, Svezia, Austria, Belgio, Bulgaria, Brasile e trasmesse dalla RAI. Nel 2001, nell'ambito del progetto "Riraccontare Verdi", gli è stata commissionata dalla Società Aquilana dei Concerti "B.Barattelli" la riscrittura dell'opera verdiana Simon Boccanegra. L'Orchestra Sinfonica della provincia di Bari, in occasione delle celebrazioni mozartiane, gli ha commissionato un brano per la stagione dei concerti del 2006.

Autore del libro "Procedimenti compositivi di scrittura pianistica" (Edizione Berben - Ancona, 1992), ha scritto anche articoli e recensioni sulle riviste "Il Loggione" (Avezzano), "Eunomio" (Pescara) e "Fa La Ut" (Napoli); inoltre sue composizioni sono edite da Rai Trade ed Agenda e incise per Stradivarius e Rugginenti.

Vincitore del Concorso Nazionale di Armonia, Contrappunto, Fuga e Composizione, insegna Composizione presso il Conservatorio di Musica "N.Piccinni" di Bari.

 

 
 
 
Nuova Stradivarius Edizioni Musicali s.r.l