Mario Cesa
Avellino 1940

 

E' nato, vive e lavora ad Avellino, ha studiato pianoforte e composizione al Conservatorio S.Pietro a Maiella di Napoli e ha approfondito le problematiche legate alla composizione con Luigi Nono e quelle relative alla didattica della musica in Ungheria e Olanda. E' regolarmente invitato a tenere master e conferenze sulle tematiche della musica contemporanea presso le Università e le "Escuela de Artes" in Messico, Brasile e Argentina.

Studioso del folklore irpino ha classificato e trascritto le melodie popolari della sua terra, ma il suo interesse prevalente riguarda la composizione; la sua poetica si snoda attraverso il ripristino della ritualità collettiva e nell'allusione costante ai suoni della "festa" come fenomeno tipico della cultura popolare. Dal '69 ad oggi ha prodotto più di cento opere che spaziano dal brano solistico all'ensemble, sino alla grande orchestra. Ha pubblicato per Edipan, Berben, Stradivarius, Rugginenti e Mnemes ed ha al suo attivo diversi Cd monografici e antologici con Arts, Rainbow, Edipan, Stradivarius. Diverse pubblicazioni si sono occupate della sua poetica tra cui "Le possibilità del molteplice" di Gianvincenzo Cresta con prefazione di Renzo Cresti - Rugginenti Editore, "I linguaggi della musica contemporanea" - Miano Editore, Enciclopedia dei compositori italiani a cura di Renzo Cresti - Flavio Pagano Editore, L'arte innocente - Le vie eccentriche della musica contemporanea italiana di R. Cresti per Rugginenti Editore.

Suoi brani sono stati eseguiti in concerti, festival e rassegne: Biennale di Venezia, Stati Uniti (New York Carnegie Hall), Spagna, Francia, Belgio, Lussemburgo, Argentina (Buenos Aires Teatro Colon), Germania (Monaco Gasteig), Cuba, Messico (Università di Puebla), Australia, Brasile, Canada, Cina oltre che trasmessi per Rai Radio Tre, Rai Uno, VRT Belga e diverse emittenti radiofoniche e televisive straniere. Famosi interpreti come Bruno Canino, Roberto Fabbriciani, Ciro Scarponi, Federico Mondelci, Carin Levine, Marco Fumo hanno in repertorio suoi lavori.

Dal 1982 è il direttore artistico della Rassegna Internazionale di Orchestre Musica in Irpinia .


 
 
Nuova Stradivarius Edizioni Musicali s.r.l