Daniele Bravi
(Roma, 1974)

 

Dopo aver iniziato all'età di sei anni lo studio del pianoforte si dedica da autodidatta allo studio della composizione.

Ai propri studi affianca una preparazione accademica seguendo i corsi di composizione presso il conservatorio "S.Cecilia" di Roma. Si diploma nel 2003 con il massimo dei voti e la lode.
La fondazione A.R.A.M gli assegna, dietro segnalazione del direttore del conservatorio, il premio "Marcello Intendente" per aver conseguito il miglior diploma dell'anno accademico.

Si perfeziona in Francia con Ivan Fedele diplomandosi nel 2006 in composizione presso il Conservatoire National de Région di Strasburgo ed in seguito con Salvatore Sciarrino, Pascal Dusapin, Wolgang Rihm, Yan Maresz ed Helmut Lachenmann.

Ha studiato dal 2006 al 2008 composizione e informatica musicale presso l'IRCAM di Parigi (selezionato dall'IRCAM e dall'Ensemble Intercontemporain). In particolare si è specializzato in composizione assistita con il computer (C.A.O. - Open Music) e musica elettronica generata e controllata in tempo reale (Live Electronics - Max/Msp).

Inizialmente influenzato dalle opere di C.E.Ives, ha in seguito approfondito i propri studi sulla spazializzazione del suono e sulla ricerca timbrica attraverso un costante contatto con gli esecutori, fra i quali Irvine Arditti, Rohan de Saram, Mario Caroli, Roberta Gottardi e Keiko Murakami.
Questa indagine sul suono si inserisce in un contesto formale chiaro, caratterizzato da un'economia di materiale e da un continuo richiamo di frammenti musicali, prestando quindi particolare attenzione alla "percezione musicale" dell'ascoltatore.

La filosofia, l'architettura, la psicologia ed in particolare la fisica, sono fonte d'ispirazione per le sue composizioni, come nel caso del suo lavoro per pianoforte "La curva di Lìgaso", di "Rifrazioni Lontane" per orchestra (vincitore del concorso internazionale di composizione Musica Europa-2004), del "Quartetto n.2" per archi, scritto per il quartetto Arditti. e di "Meditazione Prima 'in Eco' - Hommàge à Descartes" per ensemble che è stato selezionato dal Comitato Nazionale Italiano Musica - CIDIM e dall'International Association of Music Centre - IAMIC per rappresentare i compositori italiani durante la conferenza/concerto IAMIC 2007 tenutasi il 19 Giugno a Wellington in Nuova Zelanda.

Le sue opere sono pubblicate dalla casa editrice Nuova Stradivarius.

E' docente di composizione presso il conservatorio Giovanni Pierluigi da Palestrina di Cagliari.

Dal 2008  sta presentando nei conservatori italiani il masterclass compositore/interprete - extended technique, interamente dedicato alla scrittura contemporanea.

Ha scritto su commissione per la "Radio Suisse Romande", per il festival "Musica" di Strasburgo, per l' "I.R.C.A.M." di Parigi, per il festival "Archipel" - Ginevra, per lo "Stockholm New Music Festival" - Stoccolma, per il festival "Acanthes 2005" a Metz, per il festival "Suona Francese", per la "Seconda Rassegna Di Musica Contemporanea Italiana" di Pechino, per il festival "A Tempo" a Podgorica in Montenegro, per il festival "Musica Europa 2004" a Roma, Limerick (Irlanda) e Tallinn (Estonia), per la "Prima Rassegna Di Musica Contemporanea Italiana" a Strasburgo, per la XVIII edizione del festival "Zilele Muzich Contemporane" a Bacäu (Romania), per il "Cantiere Internazionale D'Arte" di Montepulciano, per la stagione concertistica 2009 dell’associazione Amici della musica di Cagliari, per "Nuovi Spazi Musicali" di Roma, per il "Festival Controcanto" di Roma, per il "Progetto Musica"di Roma, per il festival "Musiké" di Roma, per "Incontri a Palazzo" di Viterbo e per il festival "Orizzonti" di Città di Chiusi.

Per il X concorso pianistico 'Pietro Squartini' di Perugia (edizione Marzo 1998) sono stati scelti come brani d'obbligo tre sue composizioni estratte da Quattro variazioni per pianoforte e da Acquerelli per pianoforte a quattro mani, pubblicati dalla casa editrice Bèrben.

La sua musica è stata eseguita da interpreti di rilievo fra i quali il quartetto Arditti, L'Algoritmo ensemble diretto da Marco Angius, la World Youth Chamber Orchestra (W.Y.C.O), il Vortex esemble di Ginevra, il Freon Ensemble, il New Flora Ensemble di Strasburgo, i clarinettisti Guido Arbonelli, Roberta Gottardi, Jean-François Charles, il pianista Jay Gottlieb ed il flautista Mario Caroli.

I suoi lavori sono stati trasmessi da Radio Rai Tre, Rai Sat, Radio Suisse Romande e da Radio New Zeland

 

 
 
 
 
 
 
     
 
Nuova Stradivarius Edizioni Musicali s.r.l