Massimo Botter
(Como 1965)


 

Diplomato in pianoforte, ha intrapreso gli studi di Composizione con Azio Corghi diplomandosi nel 1996 con Alessandro Solbiati al Conservatorio "G. Verdi" di Milano e con Riccardo Sinigaglia in Musica e Composizione Elettronica.
Nel 1993 è stato invitato dall`Università di New York a partecipare al Festival Internazionale June in Buffalo. Nel 1994 ha vinto il 1° premio alla Biennale di Lisbona dedicata ai giovani artisti Europei ed il 1° premio al III Concorso Nazionale di Composizione da Camera di Como. Con la composizione Elegia è stato finalista al Concorso Internazionale Spectri Sonori di New Orleans. Nel 1996 ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale di Composizione di Winterthur, nel 1997 il concorso The Next Millenium Composition Award di Tokyo, il Concorso Internazionale Ton de Leeuw di Tirana ed il concorso Città di Belveglio - Asti. Con la composizione per orchestra Argella ha vinto nel 2000 il Premio Internacional de Composició Orquestra Simfònica de les Balears "Ciutat de Palma". Nel mese di novembre 2003 ha vinto il Concorso Internazionale "Francesc Civil" per Orchestra d'archi di Girona e, con la composizione Les Algues per orchestra il "Premio Reina Sofia" di Madrid.
Ha ottenuto la menzione speciale al "Dimitris Mitropoulos International Competition" Orchestra of Colours di Atene (1996) e al Concorso Internazionale per orchestra Vienna Modern Masters (1997).
Nell’anno 2000 la “Fundació ACA” di Palma de Mallorca ha pubblicato “DETTALS” un CD monografico contenente composizioni registrate dall’anno 1993 al 2000.
Nel 2003 la flautista svizzera Isabelle Schnöller ha inserito nel CD “Interpretenportrait” edito da Zeitlang la composizione Vert Foncé. Nel gennaio 2006 è stato pubblicato per Stradivarius il CD “Agli inquieti spiriti” che contiene le composizioni Les Algues per orchestra e Sheet of Sounds per quartetto di saxofoni.
Ha inoltre partecipato a varie Rassegne e Festival di Musica Contemporanea fra i quali: La Terra Fertile - L'Aquila (1994); Triennale di Milano (1994); Rive Gauche - Torino (1995); Vocemusica95 - Faenza (1995); XI-XII Rassegna di Musica del '900 - Traiettorie Sonore, Milano (1994-1995); Novurgia - Milano (1996); Serate Musicali - Milano (1997); Progetto Musica '97 - Roma; Percorsi del sentire - Rimini (1997 e 1998); Musica Ricercata - Winterthur (1998); Architettura a San Marino (1998); Musik Museum - Basilea (1999); Festival Neue Musik - Berlino (1999); Musikalische Begegnungen - Lenzburg (CH); Variazioni Serali - Milano (2000); Youth Music Festival - Kiev (2001); 22nd Annual New Music & Art - Bowling Green USA(2001); Auditorium Nacional de Musica de Madrid (Spagna) 2002; L'Officina Musicale - Milano (1999 - 2003); Museumuskonzerte - Dornach (2004); Rondò2005 - Milano e Monza; Freon - Laboratorio 2005 (Roma); BBK festival Museo Guggenheim - Bilbao (2005); Le Musiche inquietanti - Ferrara Festival (2005); Mostly Modern 06 - Dublino (2006); Laboratorio 2006 - Roma; 14th World Saxophone Congress - Lubjana (2006).
Nell'anno 2006 la Biennale di Venezia gli ha commissionato una composizione per clarinetto basso e orchestra, eseguita al Teatro La Fenice di Venezia dall'ORCAM di Madrid diretta da José Ramón Encinar, con la presenza di Gareth Davis al clarinetto basso.
Sue musiche sono state trasmesse da importanti emittenti radio televisive internazionali quali: NHK Tokyo (Giappone), RAI - RADIO 3, RTVE (Spagna), RTSI (Svizzera), Radio Classica (Spagna).
Ha curato la riduzione pianistica dell'opera Partenope di E.Morricone, La Señorita Cristina di Luis de Pablo e Una Via Crucis di E. Morricone, A. Poce, M. Dall'Ongaro, E. Macchi per la casa editrice Suvini Zerboni.
Ha partecipato a Roma alla realizzazione del progetto Plus Minus di K. Stockhausen.
Dal 2004 collabora con la casa discografica Stradivarius, per la quale segue la realizzazione di progetti di musica contemporanea.

 
 
 
 
 
Nuova Stradivarius Edizioni Musicali s.r.l