>
 
 
 
     
 
 
Darija Andovska

 

 

Calypso, per flauto, vibrafono, piano e clarinetto basso (2003), pezzo dedicato a Icarus Ensemble. La compositrice macedone è un' autrice di talento e assai nota in patria. Il brano inizia misterioso, con ostinati al vibrafono che creano un tappeto sonoro, su cui s’inserisce il flauto, con suoni tenuti e armonici. Il pianista ha anche il compito di recitare, soffusamente, un testo, con voce normale, senza intonazione. La parte del pianoforte è la più articolata ed è quella che crea il punto di riferimento per gli altri strumenti che le girano attorno, ammorbidendone la sonorità e creando degli aloni sonori assai eterei e fuggevoli. A questa fuggevolezza contribuiscono alcuni accorgimenti di tecnica strumentale, come i glissati e una ritmica a volte indeterminata o comunque non incisiva. Pezzo interessante e gradevole, con un tratto enigmatico seducente.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
     
 
Nuova Stradivarius Edizioni Musicali s.r.l